TUTTO QUELLO CHE NON SAI SUGLI AMINOACIDI

Aggiornamento: 17 giu 2021


Gli aminoacidi sono le unità strutturali primarie delle proteine. Possiamo immaginarli come dei mattoncini legati da un legame peptidico, per formare le proteine. Possono formare catene polimeriche corte (peptidi) o lunghe (polipeptidi o proteine) che sono elementari per la biosintesi del nostro corpo. Le proteine prodotte supportano la costruzione di tutti i tipi di tessuto, come il tessuto muscolare, il tessuto nervoso o il tessuto epiteliale.


Poiché gli aminoacidi svolgono un ruolo importante nella biosintesi e nel supporto dei neurotrasmettitori, sono altamente coinvolti nella produzione, rigenerazione e ricreazione delle nostre cellule. Inoltre, supportano processi essenziali come la produzione di ormoni, lo sviluppo della struttura muscolare, la funzionalità del sistema nervoso e la vitalità dei nostri organi, sono fondamentali per il mantenimento di un sistema corporeo sano. La mancanza di alcuni amminoacidi essenziali può causare disturbi fisici come stanchezza, irritazioni cutanee, squilibri ormonali o anche disturbi mentali come le depressioni.


Come si possono classificare?


Ci sono 22 amminoacidi proteinogenici che sono responsabili della costruzione di proteine attraverso le catene peptidiche. Due di essi, selenocisteina e pirrolisina, sono incorporati da un unico meccanismo sintetico e non sono presenti nel corpo umano. I restanti 20 amminoacidi proteinogenici sono presenti nel nostro codice genetico, quindi solo nove di essi sono cosiddetti essenziali (EAA) e devono essere ottenuti con alimenti o integratori, poiché il nostro corpo non può produrli da solo, tra gli aminoacidi essenziali ci sono i ramificati (BCAA). Gli amminoacidi che il nostro corpo non può sintetizzare sono chiamati amminoacidi non essenziali e sono sintetizzati da microrganismi che vivono nel tratto digestivo umano.

Poiché tutti i 20 aminoacidi che si possono trovare nel DNA umano sono proteinogenici, sono ottenuti da alimenti ricchi di proteine. Questo include non solo proteine animali come salmone, carne di manzo, pollame, uova e latticini (latte, ricotta), ma anche fonti proteiche vegetali come quinoa, soia, lenticchie, piselli o noci. Le migliori fonti alimentari per gli amminoacidi essenziali sono considerate proteine animali (carne, pesce), seguite da sottoprodotti animali (uova, diario) e quindi da fonti proteiche vegane.



Quali sono le loro principali funzioni?


  • Sintesi proteica

  • Nella risposta immunitaria

  • Sintesi di collagene

  • Nella sintesi di ormoni e vitamine

  • Nella trasmissione degli impulsi nervosi

  • Nella produzione di energia

  • Come catalizzatori in moltissimi processi metabolici

Carenza di aminoacidi essenziali:


Se l'apporto di uno degli amminoacidi essenziali è inferiore al necessario, l'utilizzo degli altri amminoacidi verrà ostacolato compromettendo la sintesi proteica (che risulterà inferiore a quella normale), anche in presenza di un'adeguata assunzione totale di azoto. Quindi è inutile assumere quantità enormi di proteine, se non si assumono amminoacidi essenziali in quantità adeguata.

È stato dimostrato che la carenza proteica influisce su tutti gli organi del corpo e su molti dei suoi sistemi, tra cui:


  • Sistema immunitario, aumentando così il rischio di infezione

  • Funzione della mucosa intestinale

  • Funzione renale

  • Scarsa muscolatura

  • Capelli fragili che si spezzano







27 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Youtube