LE BASI DELL'INTEGRAZIONE: il lato B degli integratori

Aggiornamento: 29 mar 2021

Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle tabelle nutrizionali per essere sicuri di

compiere sempre la scelta migliore.

I produttori di integratori tendono ad esaltare le caratteristiche dei loro prodotti,

tramite una etichetta accattivante. Per fare la scelta giusta, però non bisogna

fermarsi all'apparenza, al nome, al colore o al gusto, ma è sempre consigliabile approfondire la ricerca leggendo la tabella nutrizionale e appurando la buona qualità degli ingredienti, solitamente certificata tramite dei marchi registrati “®”.



Ecco il significato delle principali voci riportate in etichetta, ognuna di loro fa riferimento alla quantità di un ingrediente in 100 grammi di prodotto.

Valore energetico: il valore energetico ci permette di capire se si tratta di uno prodotto ipo o iper calorico paragonato a integratori analoghi.

- Kcal indica l’energia espressa in chilocalorie.

- KJ indica l’energia espressa in chilo joule.


Grassi: la voce “saturi” indica che i grassi presenti sono suddivisi in saturi e insaturi

(poli e mono insaturi). I saturi sono i grassi più pericolosi per la nostra salute, infatti, sebbene siano fondamentali, sono da consumarsi con moderazione. Nella macro-famiglia dei poli insaturi essenziali riconosciamo gli omega 3.

Carboidrati: la voce “zuccheri” indica che i carboidrati presenti sono suddivisi in zuccheri semplici e i restanti, non indicati, in amido.


Fibre: è data da residui cellulari commestibili e resistenti agli enzimi cellulari umani e di conseguenza favoriscono un corretto transito intestinale.


Proteine: fate attenzione agli integratori di aminoacidi nei quali i grammi di aminoacidi corrispondono ai grammi di proteine, ma non sono paragonabili ad una proteina

completa poiché possono rappresentarne solo una parte.


Sale: ogni grammo di sale contiene circa 0,4 grammi di sodio. Il sodio è un nutriente

importante. Sebbene non si debba esagerare con il suo impiego, non va demonizzato. Nel periodo estivo, a causa del caldo e della conseguente sudorazione cresce il fabbisogno di sodio.


Vitamine e sali minerali: possono essere riportate in etichetta solo se sono presenti

in quantità signifcative. In aggiunta al valore espresso in milligrammi (mg) o microgrammi (µg) deve essere sempre indicato il rifermento % alla RDA.


CHE COSA SONO RDA E GDA?

RDA: razione giornaliera raccomandata.

GDA: rappresenta la quantità giornaliera raccomandata per un adulto di età [...] alto […] e di peso pari a […] di ogni nutriente ed è basata su una dieta che prevede un apporto medio giornaliero di 2000 kcal.



202 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Youtube