RITENZIONE IDRICA: cause e rimedi

La ritenzione idrica è un disturbo che colpisce moltissime persone (soprattutto donne) e che, in una stagione calda come questa può aggravarsi.

All'origine del problema possono esistere gravi patologie come disfunzioni cardiache o renali, infiammazioni severe e reazioni allergiche. Spesso però il principale responsabile della ritenzione idrica è uno stile di vita sbagliato, la cui semplice correzione può apportare notevoli benefici.


Con il termine ritenzione idrica si intende la tendenza a trattenere liquidi nell'organismo (cosce, glutei e addome), questi liquidi formano un edema che si manifesta come un rigonfiamento della cute.

A causa dell'alterata circolazione venosa e linfatica insieme a questi liquidi ristagnano anche numerose tossine che alterano un metabolismo cellulare già compromesso dal ridotto apporto di ossigeno e nutrienti.


Come combattere questo disturbo?

Se non è provocato da cause patologiche, la ritenzione idrica può essere eliminata apportando alcune semplici modifiche al nostro stile di vita.


  • Fare molta attività fisica: sono consigliate soprattutto delle lunghe passeggiate, a ritmo sostenuto per favorire l'eliminazione dei liquidi in eccesso. Sono da evitare, invece, tutte quelle attività di "impatto con il terreno" come salti, pallavolo, tennis.

  • Bere molto acqua con regolarità. Tutti ormai sappiamo che dobbiamo bere almeno 2 litri di acqua durante la giornata, ma bisogna evitare di bere tanto e in poco tempo. L'organismo tende ad accumulare liquidi quando pensa di dover "fare scorta". Il nostro corpo deve essere sempre idratato in maniera costante per evitare che accumuli acqua.

  • Fare massaggi linfodrenanti

  • Fare una corretta dieta con molte fibre e poco sodio. Il sodio un minerale utilissimo per il nostro corpo: regola il contenuto di fluidi intra ed extra cellulari, favorisce la contrazione muscolare e interviene nella trasmissione degli impulsi nervosi. Il suo fabbisogno giornaliero è mediamente di 600mg, ed è già presente in molti alimenti, perciò aggiungere il sale nel piatto potrebbe farcene assumere troppo.

  • Eliminare il fumo e l'abuso di alcool



Attenzione a non commettere un errore comune: non bisogna mai confondere la ritenzione idrica con la cellulite. Quest'ultima infatti è una vera e propria infiammazione del tessuto adiposo sottocutaneo, che provoca il tipico aspetto della pelle a "buccia d'arancia".





24 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Youtube