TENNIS E PADDEL, COME DIVENTARE DEI CAMPIONI?



Tennis e paddle sono due sport molto simili tra loro, e spesso sono associati in quanto le somiglianze sono molteplici: tipo di sport da rimbalzo, utilizzo di una rete divisoria, campo da gioco di simili dimensioni, attrezzatura utilizzata (racchette e palline), tanto altro.

Inoltre anche per quel che riguarda allenamento, alimentazione ed integrazione, possiamo affermare che si utilizzino gli stessi sistemi energetici e substrati energetici utilizzati dall’organismo.


Per ciò analizzeremo le migliori strategie per migliorare la performance in entrambi e rispondendo al sempre valido quesito su quali siano i migliori integratori per queste discipline.

Il tennis e il paddle sono considerato sport misti o intermittenti, ovvero che prevedono brevi periodi di attività (4-10sec) intervallati da periodi di recupero attivo (10-20sec) e di recupero passivo (60-90sec).

Il match molto spesso dura alcune ore, ma solo il 20-30% del tempo totale è effettivamente match attivo. La difficoltà più grande nell’individuare le richieste energetiche di ogni tennista sta nel fatto che ci sono tante variabili come la tecnica, lo stile di gioco, dalla stazza, l’ambiente circostante (temperatura, umidità..). Per fare un esempio, è più probabile che atleti che preferiscono giocare sulla linea di fondo abbiano scambi più lunghi rispetto a quelli che invece prediligono schiacciate o volèe.


Migliori integratori per tennis e paddle

È opinione comune di farmacisti, nutrizionisti e dietisti che gli integratori importanti per il tennis e il paddle siano praticamente identici a quelli di altre discipline simili, con alcune eccezioni però. Questo vale perché i vari tipi di sport che utilizzano uno specifico sistema energetico e schema prestativo hanno sostanzialmente le stesse richieste fisiologiche: riparare i danni muscolari, ripristinare le riserve energetiche, reintegrare i liquidi e gli elettroliti persi, oltre che cercare di rallentare l’insorgenza della fatica. Con l’aiuto degli studi scientifici certificati ad oggi, vediamo quali sono le sostanze più utilizzate nel tennis e nel paddle.


Aminoacidi e Proteine in polvere

Quando si parla di integrazione indispensabile per ogni sportivo che si rispetti uno dei “must have” sono proprio gli aminoacidi essenziali (EAA), che possono essere ricavati sia dalle proteine in polvere, sia da integratori specifici. Sebbene non siano molti gli studi specifici sul tennis e sul paddle, è stato dimostrato che l’integrazione di EAA pre-allenamento riduca sensibilmente il danno muscolare e prevenga l’insorgenza della fatica, mentre post-allenamento favorisca la sintesi proteica e di conseguenza il recupero muscolare. Oltre a ciò, alcuni ricercatori hanno valutato gli effetti degli EAA sulle capacità percettivo-motorie tra i tennisti di livello nazionale notando che, durante match di durata superiore alle 2 ore, l’assunzione di EAA ha permesso una maggior accuratezza (94%) nel tiro e nella ricezione.

Ottima soluzione per queste discipline è senz’altro rappresentata da AMINO FIL, HYDRO FIL e ZEUS, quest’ultimo nello specifico se assunto durante il match favorisce l’idratazione del corpo spesso disidratato nei lunghi incontri, oltre che il ripristino del glicogeno muscolare (ovvero delle riserve di energia).


Carboidrati e Sali minerali

In quasi tutti gli sport di endurance e di prestazione che richiede grande dispendio energetico, i carboidrati sono di vitale importanza e vanno assunti quasi sempre in forma liquida per permettere una assimilazione più rapida ed efficace. È ormai risaputo che questo nutriente ritarda notevolmente l’affaticamento durante l’esercizio prolungato e migliora le prestazioni durante la competizione. L’American College of Sports Medicine (ACSM), il Dieticians of Canada (DOC) e l’American Dietetic Association (ADA), raccomandano l’assunzione di circa 30-60g/h di carboidrati per migliorare prestazioni. Studi più approfonditi hanno riscontrato che il consumo di una bevanda contenente carboidrati e un mix di sali minerali durante una partita di tennis, sia associato ad un aumento della precisione di tiro e della capacità di salto. Altri studi, hanno riscontrato grandi effetti benefici derivanti dall’assunzione di carboidrati in forma liquida sia durante che dopo il match.


Conclusioni

Visti i notevoli studi a riguardo è possibile affermare che qualsiasi tennista, indipendentemente dalla bravura e dal talento, possa trarre grandi benefici dall’integrazione di aminoacidi e proteine per favorire il recupero muscolare, di carboidrati per ripristinare le riserve energetiche e di elettroliti per bilanciare l’idratazione.

Proprio per queste motivazioni il TEAM di farmacisti, nutrizionisti e preparatori atletici di FILFIT consiglia per queste discipline una integrazione a base di AMINO FIL e HYDRO FIL da assumere pre e post match/allenamento (per il contenuto di aminoacidi essenziali, proteine, vitamine e altri ingredienti utili quali lo zinco) e ZEUS (mix di carboidrati, creatina, aminoacidi e sali minerali) da assumere durante la partita/allenamento, in quanto quest’ultimo se assunto durante il match favorisce l’idratazione del corpo spesso disidratato nei lunghi incontri, oltre che il ripristino del glicogeno muscolare (ovvero delle riserve di energia).



15 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Youtube