LE BASI DELL'INTEGRAZIONE: l'idratazione

Aggiornamento: 8 gen 2021


Quando le condizioni climatiche sono avverse, dalla semplice pioggia a quelle

più estreme date dalle alte temperature, e quando la fatica e la sudorazione

sono eccessive, è fondamentale reintegrare i sali minerali e liquidi persi.

Una buona e costante idratazione è necessaria per prevenire i cali di prestazione causati da disidratazione.


La sola acqua potrebbe non essere sufficiente e, in alcuni casi, addirittura controindicata.

Il preparato ideale dovrebbe essere di veloce assimilazione, avere una quantità di carboidrati variabile a seconda delle esigenze e, possibilmente, un sapore gradevole. La bevanda dovrebbe essere sorbita ad una temperatura compresa tra gli 8 e i 15 gradi e, preferibilmente, ipo o isotonica.


Molto spesso ci si chiede: quali sono le differenze tra una bevanda isotonica, ipotonica e ipertonica? Come essere sicuri di fare la scelta giusta?


Bevanda ipotonica: costituita da acqua, sali minerali (elettroliti) e una bassa percentuale di carboidrati, garantisce una rapida idratazione con poca energia.


Bevanda Isotonica: costituita da acqua, sali minerali e una percentuale di carboidrati leggermente più alta rispetto alla ipotonica (6/8%), garantisce rapida reidratazione e un buon apporto energetico.


Bevanda ipertonica: costituita da acqua, sali minerali e una percentuale di carboidrati sopra al 10%, fornisce una elevata energia ma una scarsa e lenta reidratazione. Inoltre, nel mondo dei sali minerali a scopo idratante, ricordiamo il sodio, il potassio, il magnesio e, ultimo ma non meno importante, il calcio.




162 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Youtube